Antonella Peresson ha frequentato corsi di disegno e tecniche pittoriche sotto la guida di Giovanni Cavazzon, Gina Magini, Sergio Favotto, Tiziano Cautero, Claudio Feruglio, continuando poi da sola un percorso autodidattico. Dal 1998 partecipa a diverse mostre collettive e concorsi nazionali raccogliendo varie segnalazioni di merito.

Sempre nel 1998 supera la selezione del PREMIO ARTE 98 indetto dal periodico ARTE di Giorgio Mondadori con l'opera "Marina".

Nel 2001 vince il primo premio al concorso "Il silenzio del mare" a Riccione.

Nelle varie e numerose mostre personali ottiene un buon successo di pubblico e critica.

Lavora in diverse iniziative artistiche col gruppo AURA di Udine, guidato dal maestro Claudio Mario Feruglio.

Dal 2006 fa parte del gruppo "FORMAE MENTIS - Artisti in ricerca", guidato dal critico artistico prof. Giuseppe Raffaelli, con cui condivide alcuni progetti e mostre collettive tra cui "Post scriptum" presso il Castello di Gorizia e "Le stanze dell'arte" presso l'Ospedale dei Battuti di San Vito al Tagliamento.

La collaborazione con il Circolo Culturale Danza y Vida di Udine ha segnato il passaggio verso una pittura che approfondisce aspetti più interiori e psicologici, usando valenze simboliche di forte impatto visivo.

 
NudiNudi_ITA.html
PaesaggiPaesaggi_ITA.html
La cittàLa_citta_ITA.html
PannelliPannelli_ITA.html
HomeHome_ITA.html
Critiche - Recensioni - ArticoliC-R-A_ITA.html

Curriculum

ContattiContatti_ITA.html
NewsNews_ITA.html